Zero compromessi

Sostieni la campagna!
Hai una storia da raccontare? Partecipa alla campagna e raccontacela.
Photo of
Dall'altra parte della linea
Sono dall' altra parte della linea, non sono la vittima sono l' autore, è stato diversi anni fa, 23 in numero, per me è ancora come se fosse stato ieri. Fin troppo bene so ancora come mi sono sentito dopo aver visto quello che ho fatto. Ho avuto fortuna, non sono in grado di descrivere la dimensione, che grazie a Dio non cerano dei morti, ma sono dell' opinione che anche ogni ferito è uno troppo.
 
Riesco a capire molte cose, sei giovane, il mondo è ai tuoi piedi, lavori, ti diverti e per molto tempo ti accompagna la fortuna, ma ad un certo punto gli angeli custodi sono troppo lenti e prima o poi qualcosa succede. Nessuno può e deve dire che si è fatto intenzionalmente, nessuno si metterebbe al volante se sapesse che cosa sta per accadere, ma nessuno pensa neanche che cosa potrebbe accadere.
 
Non voglio consolare nessuno, un incidente con feriti o peggio è intollerabile, così è. Colpisce sempre l' innocente, colui che non può influenzare nulla. Oggi così come allora non avrei guidato, se avessi saputo o addirittura indovinato che avrebbe potuto andare così male.  Ma chi si rende conto  in questo momento, anche perché era sempre andato bene fino a quel momento. Oggi ci sono abbastanza persone che decidono di andare assieme in macchina e uno rimane sobrio o ordinare un taxi per tornare a casa perché sanno che non dovrebbero più guidare per qualsiasi motivo. Lo fanno, ma non tutti e se ce ne sarà solo uno in più, uno di loro sarà uno di troppo. Uno di loro sarà in grado di fare una sorta di tragedia. E' chiaro per me che le vittime e i loro cari non si lasciano confortare da queste parole, ma ce ne dovrebbe essere anche uno dopo, rimpianti e scuse sono certamente fuori luogo, ciò che conta sono azioni, cambiamenti, intuizioni, come colpevoli si è ben consapevoli della colpa e l' unica cosa che si può fare è potersi dire che questo  accade mai più. Richiede un cambiamento nella mia vita. Dopo l' incidente non mi sono sentito bene per molto tempo, ero solo, la mia famiglia non era davvero con me, ero una vergogna nel paese, il tutto mostrato solo con lo sguardo ma era come l' indice allungato, perdita di peso, coliche biliari, infiammazione della vescica cistifellea con intervento chirurgico all' età di 23 anni, tutto conseguenze della distruzione interiore.
Con il fatto che " Ho festeggiato e ora ci sono 4 persone innocenti, tra cui 2 bambini in ospedale, probabilmente con danni permanenti per tutta la vita" non ho potuto chiudere per molto tempo, probabilmente non sarò mai in grado, nell' pensiero ho ancora le immagini, i ritagli di giornale sono ancora saldati nel cassetto del comodino, non dovrei ricordarmi costantemente, ma saranno sempre con me. Sta ancora mormorando in me.
Una cosa che posso dire, tuttavia, è che funziona senza alcol ed è anche molto semplice. Era già chiaro per me il giorno seguente, è stato confermato durante una conversazione telefonica con la madre dei bambini " l' unica" poco tempo dopo l' incidente.
 
Ha mostrato molta comprensione e sapeva che non potevo annullare cosa ho fatto, era molto accorta, e ho dovuto prometterle che non avrei “ mai più bevuto e guidato”, non mi sentivo rispondere con le parole, ma con i fatti e così è fino ad oggi, non ho bevuto una goccia dal giorno, è successo 2 volte che un cameriere mi aveva frainteso e invece di un sanbitter non alcolico mi è stato dato un Campari soda, entrambi sono stati sostituiti ,- ha dovuto cambiarli per me, si sente l' odore della differenza.
Avrei dato tanto a quel tempo per annullare l' intera cosa, avrei sacrificato tanto, ma nulla potevo fare per tornare indietro, niente avrei potuto fare, niente potevo sacrificare, l' unica cosa che potevo fare e ancora oggi posso fare è non bere alcolici, per la semplice ragione che ho trovato una certa serenità faccendo così e posso dire che è anche possibile senza. Ogni tanto c'era uno che non voleva accettare che io non bevo alcolici, anche per lui avevo abbastanza comprensione, come avrebbe dovuto sapere come era la mia strada fino ad allora se non la aveva percorsa con me.
 

Shuttle finder
Chi guida, non beve.
Shuttle Finder è una nuova app per trovare rapidamente e facilmente in Alto Adige una navetta. Usa l'app e dillo ai tuoi amici.